DA VISITARE

SANTUARIO DI S. MARIA DELLA SORRESCA

(Riferimento 1a) - Strada di S. Maria

Sul lago di Paola, all’inizio del Braccio dell’Annunziata, sorge, sui resti di una villa romana del I sec. d.C., il Santuario di S. Maria della Sorresca. Edificato dai Benedettini nel VI sec. d. C., custodisce una statua lignea di una Madonna con Bambino del sec. XIII. Il nome Sorresca deriva da una dizione altomedievale “Surrectum” (che significa canale). Il campanile originariamente fungeva da torre di difesa e avvistamento. La “casa” costituiva il vero e proprio monastero rimasto attivo fino alla soppressione avvenuta nel periodo napoleonico. La “chiesa” ha perso parte del suo aspetto originario, subendo recenti intonacature ed una sopraelevazione che ha modificato il rapporto con gli altri edifici. Anche all’ingresso che ora è posto lateralmente al lago, originariamente era localizzato sul lato opposto.

CHIESA SS. ANNUNZIATA 

(Riferimento 1b) - P.zza Regina Margherita – tel. 0773515032

La chiesa è stata costruita durante i lavori di fondazione della città di Sabaudia ed inaugurata il 24 febbraio 1935. Alta 22 metri, lunga 55 e larga 29, ha una facciata porticata rivestita di blocchi e di lastre di pietra travertino di due diverse tonalità : i fianchi esterni sono ricoperti di mattoni rossi. Il pregevole mosaico che si ammira sulla facciata rappresenta la scena dell’Annunciazione con immagini legate all’ambiente ed alla vita del periodo della bonifica. L’interno del tempio è a navata unica, con sei cappelle semicircolari sulle fiancate, due pulpiti simmetrici ai lati dell’altare maggiore, posto al centro del presbiterio. Il battistero, a forma cilindrica, si innalza sul sagrato alla destra della chiesa, mentre sulla sinistra si eleva la torre campanaria alta 47 metri.

CAPPELLA REALE

(Riferimento 1b) Piazza Regina Margherita – tel 0773515032

La Cappella fu voluta dalla Regina Margherita a seguito della scomparsa del consorte Umberto I al quale è stata dedicata. Originariamente era sita all’interno del Palazzo Margherita in Roma. Nel 1935 fu donata dalla Regina Elena alla Parrocchia SS. Annunziata. Disegnata da Stramucci, realizzata da Dellera è stata restaurata nel 1985 dalla famiglia Giordano. Al suo interno presenta un altare intagliato in noce, sovrastato da un tabernacolo ligneo che funge da base ad una statua raffigurante il Beato Umberto. Sul soffitto è scolpito lo stemma di Casa Savoia.

MUSEO DEL MARE E DELLA COSTA «M. ZEI»

(Riferimento 1c) Pi.zza Verbania – tel 0773515791 – 0773511340

Il Museo Mare e Costa è diviso in tre sale : la prima, sulla biologia marina; la seconda, divisa in due sezioni, sull’evoluzione della costa durante il quaternario e sull’archeologia subacquea.

Il Museo raccoglie reperti audiovisivi, rappresentazioni plastiche, fotografiche ed iconografiche, che documentano le entità paleontologiche, paletnologiche e storiche del comprensorio di Sabaudia e della regione pontina. Sono esposti inoltre fossili dell’antico Mar Tirreno, strumenti di ossidiana delle popolazioni Neolitiche, cimeli di età romana (attinenti al tema marino), conchiglie provenienti da tutte le province malacologiche del pianeta. Nella terza sala  vi sono: reperti provenienti da un relitto di nave romana, giacente di fronte al litorale di Sabaudia; reperti di epoca classica e moderna; monete romane di epoca imperiale. Particolare rilevanza è rivolta alle illustrazioni inerenti lo sfruttamento economico del mare tra cui la pesca.

MUSEO EMILIO GRECO

(Riferimento 1d) – Piazza del Comune – tel 0773514263-0773515791

Istituito nel 1985 a seguito della donazione del Maestro Emilio Greco e recentemente ristrutturato, il museo è costituito da 7 sale e la biblioteca.

Realizzato nel palazzo comunale, racchiude 84 opere tra disegni a inchiostro, acqueforti su rame, litografie, bronzi, gessi, medaglie, monete in argento, bassorilievi e una raccolta di francobolli.

TORRE CIVICA E MOSTRA PERMANENTE DEL MAESTRO LORENZO INDRIMI

(Riferimento 1d) – Piazza del Comune

tel  0773514263-0773515791

La vetta della Torre Civica di Sabaudia. Alta 46 metri, è raggiungibile in ascensore fino al settimo piano. Il terrazzo, che consente la vista di tutta la città e dell’incantevole panorama circostante, si trova all’ottavo piano dopo una breve rampa di scale. È inoltre possibile visitare, all’interno della torre, l’esposizione permanente del Maestro Lorenzo Indrimi che illustra, con varie tecniche pittoriche, la Divina Commedia.

[Home] [Italiano] [Alberghi] [Bed & Breakfast] [Agriturismo] [Affittacamere] [Campeggi e Villaggi Turistici] [Agenzie Immobiliari] [Storia] [Architettura] [Archeologia] [Parco Nazionale del Circeo] [Ambiente] [Gastronomia] [Prodotti tipici] [Da visitare] [Itinerari] [Ristorazione] [Tempo libero e Sport] [Numeri utili] [Pianta della città] [Eventi] [Raccolta Differenziata] [PRIVACY POLICY] [Inglese]